Neppure Wikipedia riesce a fare chiarezza sul numero di figli di Ferdinand Karl Piëch ("dodici o tredici", si legge). Quello che invece sappiamo con certezza è che il primo "figlio" - professionalmente parlando - dell'ingegnere austriaco è il motore boxer a sei cilindri della prima Porsche 911. Sì: la responsabilità dello sviluppo tecnico del motore della nuova sportiva Porsche fu il primo incarico di spessore affidato al venticinquenne ingegner Piëch. Il suo ruolo fu quello di tradurre in realtà il progetto di Hans Mezger, che a sua volta aveva ripreso alcuni elementi del sei cilindri tipo 745 di Klaus von Rüker, e di completarne lo sviluppo in tempo per l'inizio della produzione, fissato per la fine del 1963. Che cos'è diventato e cos'ha rappresentato il "flat six" per la Porsche lo sapete tutti. E basterebbe questo per dedicare a Ferdinand Piëch una lunghissima standing ovation.