A sentire chi vende le auto, pare che il tettuccio apribile, per quanto costoso, sia ormai irrinunciabile per il cliente. Oggi chi compra lo vuole ed è disposto a pagare di più. Ma voi, se lo avete sulla vostra vettura, lo usate davvero? E quanto? E quando?

L’argomento è venuto fuori, al solito, in una chiacchierata con un noto rivenditore milanese che gestisce molti marchi e va dai brand più di fascia alta a quelli generalisti. A suo dire il costoso tetto panoramico è ormai essenziale per fare centro sul cliente, ma quello che pare indispensabile è il tettuccio apribile con tutti i suoi vantaggi e i suoi svantaggi.

La moda da noi è arrivata già decenni fa, spinta soprattutto dai marchi tedeschi di gamma più alta. D’estate, quei turisti del nord che lo sfoggiavano fecero tendenza perché era un compromesso economico rispetto alla voglia di una vettura scoperta con però l’esigenza di avere una macchina per la famiglia da usare tutto l’anno.

Peraltro da noi, come in Spagna oppure in Grecia, le vetture en plein air hanno avuto sempre poca fortuna perché il sole cocente le rende un inferno d’estate, in quel periodo che dovrebbe essere proprio quello in cui uno s’immagina di approfittarne.

Dunque, il tetto apribile sembra fatto apposta per accontentare chi guida: di solito ha una buona tenuta agli agenti atmosferici anche col passare degli anni, permette un ricambio dell’aria all’interno dell’abitacolo con minore fastidio per gli occupanti rispetto ai finestrini laterali, dà più completezza al mezzo.

Per contro può essere rumoroso, dal punto di vista termico potrebbe riscaldare di più l’abitacolo d’estate e raffreddarlo di più in inverno, pesa un po’ di più e i pignoli potrebbero temere un aumento (minimo) dei consumi, infine poi può rivelarsi costoso se la sua manutenzione presentasse dei problemi.

Di sicuro, ma adesso sempre meno perché sempre meno gente fuma in auto, è uno strumento formidabile per cambiare l’auto quando il tanfo del tabacco supera i limiti della decenza. Ma, in sintesi, il suo uso giustifica il prezzo in più che si paga all’acquisto?

Sono davvero curioso di capire quanto ne approfittate. E soprattutto al momento di un nuovo acquisto quanto sareste disposti a spendere in aggiunta per averlo ancora in dotazione. Sono sicuro che il mio amico e grande concessionario abbia ragione: se lo dice lui lo saprà. Però, dai, anche il vostro parere può fare luce.